Video di Pino Iannelli e Concetta Fratto su Geo&Geo 1.12.2017 Un altro modo di possedere

Documentario realizzato dalla Lastcam con la consulenza di APRODUC, sul tema delle proprietà collettiveUn tempo nella società rurale, ogni comunità di abitanti esercitava sul proprio territorio i diritti essenziali per viviere: il pascolo, il legnatico nel bosco o coltivare la terra per sopravvivere. Nel corso della storia questo patrimonio, per fortuna in gran parte conservato e tutelato, ha sempre dato all’uomo nuove opportunità al passo con i tempi. Nei primi  insediamenti umani  il possesso della terra  era  comune a tutti i componenti il gruppo e consisteva  nell’utilizzo diretto, promiscuo e solidale, e nello scambio, dei prodotti necessari alla vita: i frutti del bosco, i pascoli e i raccolti dei campi. Queste prime forme di uso e possesso dei beni possono assimilarsi ai moderni diritti fondamentali dell’uomo (uguaglianza, solidarietà, lavoro): sono diritti inviolabili, irrinunciabili perché assicurano un’esistenza libera e dignitosa. Questo spiega perché gli antichi patrimoni agro-silvo-pastorali sono giunti fino a noi, anche se in misura assai ridotta, date le usurpazioni, le forme di appropriazione, legittime e non,  subite in ogni tempo. Gli antichi possessi e diritti di uso  sono sono ancor oggi  importanti perché garantiscono  un habitat umano e naturale vivibile.Nella società attuale, naturalmente  il modo di gestire e difendere i beni della comunità sono  mutati come sono mutati i bisogni e le condizioni  sociali, ma va tutelato e conservato il regime pubblicistico che ne assicura la destinazione in funzione delle necessità degli utenti, come pure va garantita l’autonomia degli enti gestori.

Cliccare sul link: Geo&Geo puntata 01.12.2017 Video (00.00.23)

Stampa

powered by social2s